“Ignora quello che stai leggendo!” Paradossi e contraddizioni del linguaggio

Ignora quello che stai leggendo!

E’, questo, un comando, un’ingiunzione di tipo paradossale.

Magari, in questa circostanza, riusciamo a pensarci su, in maniera consapevole e distaccata, ma ingiunzioni paradossali sono presenti nel linguaggio comune, nei messaggi politici e culturali, nelle nostre relazioni.

Riusciamo sempre a rendercene conto?

Quando vengono usate le ingiunzioni paradossali non c’è modo di uscirne.

Riprendendo la frase iniziale, per ignorare quello che si sta leggendo bisogna innanzitutto leggerlo. Ma leggendolo si disobbedisce all’ordine che viene imposto.

E’ una situazione insostenibile.

In questo contesto così illogico e assurdo l’unica reazione possibile è illogica e assurda.

In un contesto di comunicazione in cui è presente, un paradosso può diventare un pericolo per la salute mentale dei soggetti coinvolti.

I genitori che, al loro bambino, per spingerlo verso l’autonomia, dicono “non essere così ubbidiente!” lanciano un messaggio paradossale.

Sii spontaneo!” : altro paradosso molto diffuso.

Sono spesso ricorrenti in relazioni complementari (per es. genitori-figli) e, manifestando la loro insita incoerenza, i paradossi possono portare a “ovvie” condotte psicotiche.

Altri paradossi conducono e dirigono le nostre scelte o non-scelte politiche, culturali, religiose. E pare, purtroppo, che funzionino!

Altri ancora (per fortuna!) vengono usati in ambito clinico. L’uso del paradosso in terapia non è storia recente ed è alla base di tecniche di intervento nella cura di specifici disturbi.

Ecco quindi che i momenti, gli ambiti e gli obiettivi riguardo al loro utilizzo cambiano radicalmente la loro funzione.

Sono “da maneggiare con cura”. Non si tratta di semplici contraddizioni… e lo si può ben vedere:

Nel caso di questa ingiunzione contraddittoriastop/no stopping” (non è paradossale, ma contraddittoria) si può scegliere un’alternativa, si può provare a capire, si può trovare una soluzione, anche dannosa, ma logica e lucida.

Una scelta che il paradosso non permette di fare.                                                                                      

 

Dott.ssa Nunzia Aiello                                                                          

Contattare al num. 348 579 24 83

 

 

 

Bibliografia: Watzlawick P., Beavin J.H., Jackson Don D., Pragmatica della Comunicazione Umana, Roma, Astrolabio, 1971